Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/10/2017 alle ore 20:35

Attualità e Politica

09/06/2017 | 17:21

Gioco problematico, la frontiera dell'onoterapia

facebook twitter google pinterest
giochi onoterapia

ROMA - "Il giocatore d'azzardo patologico è nella maggior parte dei casi un individuo che ha perso il piacere di relazionarsi con gli altri, per questo l'onoterapia è indicata nel recupero dell'autostima e nel diventare di nuovo un soggetto attivo capace di prendersi cura di un altro essere vivente. Di estrema importanza, poi, è il coinvolgimento dei familiari, che favoriscono la condivisione e la comunicazione". Lo hanno spiegato le psicologhe Elena Cavalieri e Federica Sorino, presentando il progetto “Il gioco con l'asino non è un azzardo” finanziato dalla Fondazione Intesa SanPaolo e realizzato dal Codacons in collaborazione con S.I.I.Pa.C e RETE ITALIANA IAA (Interventi Assistiti con gli Animali), che si propone di utilizzare l’Onoterapia, ossia gli asini, per ottenere risultati sul piano della comunicazione. Il progetto coinvolgerà, in una prima fase, quindici pazienti (25-55 anni, prevalenza maschile) dipendenti dal gioco, del Siipac Lazio già in cura da dieci mesi con una terapia di gruppo.
"La riabilitazione con gli animali ha bisogno di grandi professionisti, stiamo cercando di creare un digital-pet, un portale che renda trasparenti persone e strutture autorizzare e animali identificati. È un mondo ancora tutto da scoprire, che necessita di competenze importanti. Come Ministero cerchiamo di essere consulenti delle regioni nell'applicazione delle linee guida, che siano trasparenti e una garanzia per l'utenza", ha spiegato Ugo Santucci, Direttore dell'Ufficio 6- Benessere Animale del Ministero della Salute.
"Si tratta di terapie che non fanno male, non hanno effetti collaterali, risvegliano un contatto naturale. Chi lavora con gli animali sa benissimo quanta forza e affetto danno. E il mondo medico comincerà ad avere sempre più attenzione per queste terapie, superando la diffidenza", ha aggiunto Ernesto Cappellano Tesoriere dell'Ordine dei medici. SA/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password