Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2021 alle ore 20:34

Attualità e Politica

29/06/2021 | 11:48

Giochi in Piemonte, si accende il dibattito maggioranza-opposizione. Leone (Lega): "Il diritto d'impresa è stato calpestato"

facebook twitter pinterest
giochi piemonte dibattito maggioranza opposizione ludopatia consiglio regionale

ROMA - «Abbiamo già perso troppo tempo nei confronti di chi vuole lavorare nella legalità
Il diritto d'impresa è stato calpestato con l'entrata in vigore della legge 2016». Così Claudio Leone (Lega) nel corso del Consiglio Regionale del Piemonte dove è in corso la discussione generale sul ddl della Giunta sul gioco. «Ho sentito parlare di tutto tranne dei concetti fondamentali che porta questa legge - ha proseguito - Siamo consapevoli che chi ha problemi di gioco patologico va seguito, ma è necessario non vedere solo ideologicamente una parte, la demagogia deve finire». Leone auspica «che nel più breve tempo possibile si ripristini la situazione precedente alla legge del 2016, chi ha un diritto lo deve mantenere». Sulla stessa linea anche l'altro leghista Andrea Cerutti: «La legge che vogliamo abrogare espelle un intero settore produttivo dal tessuto economico regionale, dove potrà prosperare la criminalità. Vogliamo invece che gioco rimanga lecito, controllato e tassato».

Critica invece la posizione delle minoranze: secondo Giorgio Bertola (M4O) «la libera iniziativa economica non può contrastare con utilità sociale, lo dice la Costituzione, la del 2016 è buona e non favorisce l'illegalità». Domenico Rossi ha invece sottolineato che «l'assessore al Lavoro non ha mai fatto una comunicazione in merito» sugli occupati e sulle perdite di posti di lavoro dopo la legge approvata cinque anni fa. Secondo Francesca Frediani (M4O) il nuovo ddl «avrà un impatto devastante su tessuto sociale, lo pagheranno i cittadini piemontesi. Il dibattito sanitario su disegno di legge è stato azzerato, l'abrogazione della legge del 2016 è senza fondamento».

LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi ADM: sequestrate 18 apparecchiature in provincia di Bari

Giochi, sequestrate 18 apparecchiature in provincia di Bari

21/09/2021 | 17:42 ROMA - I funzionari ADM di Bar hanno portato a termine un duplice sequestro, presso un club situato ad Altamura e un circolo ricreativo a Sannicandro di Bari, per il contrasto al gioco illegale e in ottemperanza alle misure di...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password