Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 11:51

Attualità e Politica

24/10/2018 | 14:33

Giochi in Puglia, Pastorino (STS): “No al distanziometro: aderiamo alla manifestazione del 30 ottobre”

facebook twitter google pinterest
giochi puglia pastorino sts

ROMA - «La posta in gioco è alta. Non possiamo non dare manforte a chi sente il bisogno di far sentire la propria voce». Così il Presidente Nazionale STS, Giorgio Pastorino, spiega in una nota la decisione di STS e FIT di aderire alla manifestazione dei lavoratori del gioco legale indetta per il prossimo 30 ottobre a Bari. «Quel giorno il Consiglio Regionale discuterà sulla proposta di proroga della legge contro il gioco d’azzardo patologico così come approvata dalla Commissione Sanità su proposta del consigliere Abaterusso - prosegue Pastorino, evidenziando che - per i tabaccai pugliesi questa proroga significa molto perché senza il gioco legale le nostre imprese sono a rischio di forte ridimensionamento se non addirittura di chiusura. Ma non sarebbero solo i tabaccai a dover licenziare personale: stimiamo che in tutta la Regione si perderebbe qualcosa come 20.000 posti di lavoro considerando tutto l’indotto». Le ragioni che sostengono i lavoratori del comparto, del resto, non sono solo di carattere economico: limitare le occasioni di gioco legale non aiuta nella prevenzione e contrasto dei disturbi di gioco d’azzardo.
«La scorsa settimana l’Istituto Superiore di Sanità ha presentato un imponente studio sul gioco d’azzardo dal quale emerge che distanziometri e divieti di pubblicità servono a poco – prosegue Pastorino – il giocatore problematico, infatti, il gioco se lo va a cercare ovunque si trovi, senza necessariamente preoccuparsi che sia legale o meno, basta che sia offerto in condizioni di riservatezza. In altre parole, uccidendo la rete legale di gioco, il problema rimarrebbe e, anzi, potrebbe addirittura peggiorare. La Commissione Sanità della Puglia lo ha capito. Speriamo che lo capiscano anche gli altri componenti del Consiglio Regionale», conclude Pastorino. RED/Agipro
 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse illegali Malta l'Italia

Scommesse illegali, accordo di intelligence tra Malta e l'Italia

15/11/2018 | 09:27 ROMA - Le autorità maltesi procederanno allo scambio di informazioni di intelligence antimafia con le loro controparti italiane, dopo la scoperta del ruolo di Malta in un grande racket di riciclaggio di denaro da parte del crimine...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password