Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/10/2020 alle ore 19:32

Attualità e Politica

06/02/2020 | 17:10

IL FOCUS

Giochi in Veneto, caos sugli orari: la divisione in fasce alimenta il rischio ludopatia

facebook twitter google pinterest
giochi veneto orari legge slot

ROMA - Il frazionamento degli orari di gioco, pensato per attenuare i fenomeni ludopatici, ottiene l'effetto opposto: lo sostiene la dottoressa Sarah Viola, psicoterapeuta e responsabile del reparto Dca dell'Ospedale Sant'Isidoro, secondo la quale l’ansia per l’approssimarsi dell'interruzione «acuisce ed estremizza» la velocità di gioco per timore «di non fare in tempo», aumentando così la dipendenza. Allo stesso modo, la tensione per l’attesa dell’orario di accensione “carica” la propensione al gioco. 
Concetti ribaditi in un recente convegno tenuto a Milano: «La proibizione non sana, ma aumenta la dipendenza. Se a un giocatore patologico dico che non può giocare in un determinato luogo o in un determinato orario, gli creo un bisogno fortissimo di giocare. Lo spezzettamento degli orari non ha senso: se sono giocatore patologico lo sono a tutte le ore. Non devo proibire, devo fargli capire che sta correndo un pericolo. Gli operatori del settore non devono cacciare i giocatori patologici: devono semmai individuarli e aiutarli a risolvere il problema. Ecco perché il tema della formazione è importante».

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password