Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2018 alle ore 21:16

Attualità e Politica

30/10/2018 | 17:31

Giochi in Puglia, Giove (vicepres. Agisco): “La proroga prolunga un'agonia, annunciata la morte delle attività legali”

facebook twitter google pinterest
giove agisco giochi puglia proroga

ROMA - «Con la proroga approvata oggi viene sancita la morte delle attività legali. L’agonia è stata solo prolungata di sei mesi». Così Pino Giove, vicepresidente dell’associazione Agisco, dopo la sospensione, da parte del Consiglio regionale della Puglia, dell’entrata in vigore del “distanziometro” previsto dalla legge sul gioco, che slitta dal 20 dicembre 2018 al 20 giugno 2019. «Se lo Stato non interverrà entro sei mesi con il testo unico, la legge regionale verrà applicata, di fatto vanificando i nostri sforzi contro una norma che riteniamo sbagliata - spiega Giove - Durante la discussione in aula è stata anche accennata la possibilità di una nuova legge regionale che sia d’esempio per tutta l’Italia. Ma ritengo impossibile una regolamentazione ragionata». A rendere pessimista Giove è «la scarsa informazione dei nostri consiglieri regionali: sono poco informati sulla materia e l’adozione di questo provvedimento è dovuta proprio a questa mancanza». L’associazione continuerà comunque a muoversi anche dopo l’approvazione della proroga: «Cercheremo di essere convocati dalla Commissione salute che ha in programma nuove audizioni. Proveremo a presentare ancora i nostri suggerimenti e le nostre soluzioni, come l’adozione di una tessera sanitaria. Per il momento, però, non siamo per niente fiduciosi». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password