Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/11/2018 alle ore 19:40

Attualità e Politica

18/10/2018 | 09:32

Ricerca ISS: anche i minorenni giocano d'azzardo, 70mila sono già giocatori problematici

facebook twitter google pinterest
iss giochi 2018

ROMA - Quasi 700mila studenti minorenni hanno giocato almeno una volta nell’ultimo anno e quasi 70mila sono già giocatori problematici: sono i dati emersi dalla prima indagine epidemiologica sul gioco d’azzardo realizzata dall’Istituto Superiore di Sanità, che ha coinvolto un campione di 15.602 studenti dai 14 ai 17 anni (per i quali il gioco è vietato). Gli studenti italiani giocano prevalentemente alle lotterie istantanee o in tempo reale (21,1%), alle scommesse sportive (17,1%) e virtuali (8,1%) e alle slot (6,8%). Giocano soprattutto dai tabaccai (46,7%) e nelle sale scommesse (41,1%) e scelgono il luogo dove giocare preferibilmente perché vicino casa (49,9%) o perché non viene richiesto il documento di identità (20,9%). Importante è il divario di genere, molto marcato e prevalente nei maschi: 4 studenti maschi su 10 hanno giocato nell’ultimo anno, mentre tra le studentesse meno di 2 su 10. I giovani giocatori problematici invece sono il 3% dei giovani giocatori e, rispetto ai giocatori "sociali", praticano di più scommesse sportive (79,6%), scommesse virtuali (54,8%), altri giochi a base sportiva (50,8%), slot machine (42,5%), lotto e lotterie a esito differito (41,7%) e VLT (25,6%). La prevalenza maggiore di giocatori problematici è al Sud (4,4%) e, come per gli adulti, si riscontra un’associazione tra comportamento di gioco e stili di vita non salutari. MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password