Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/12/2018 alle ore 11:00

Attualità e Politica

21/11/2018 | 12:21

Limiti orari a Roma: al Tar Lazio via all’udienza sui ricorsi delle sale slot

facebook twitter google pinterest
limiti orari a Roma tar lazio

ROMA - Iniziata, al Tar Lazio, l’udienza sui limiti orari disposti a Roma per le slot machine: diciassette società che gestiscono sale nella Capitale si oppongono al provvedimento della sindaca Virginia Raggi (entrato in vigore lo scorso giugno, sulla base del regolamento comunale approvato nel 2017) che prevede il funzionamento degli apparecchi «dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00 di tutti i giorni, festivi compresi». L’ordinanza prevede inoltre «l’obbligo di esposizione - all’esterno e all’interno del locale, in luogo ben visibile al pubblico - di un apposito avviso che renda noto la fascia oraria». Le multe per chi non rispetta le disposizioni vanno dai 150 ai 450 euro, riferite al punto vendita e non ai singoli apparecchi. In caso di una violazione ripetuta «per due volte in un anno solare e per ogni ulteriore violazione successiva alla seconda» scatta il blocco di tutti gli apparecchi collocati nel punto vendita per un massimo di 5 giorni.
La spesa complessiva dei romani per slot e vlt è stimata, per il 2017, in 542 milioni di euro, secondo un'elaborazione Agipronews su dati degli operatori. Le slot, ad oggi, sono 12.000, mentre le videolottery sono 4.000. In totale, a Roma, nel 2016, c'erano 180 sale slot e vlt, 19 sale bingo e 160 sale scommesse. I punti vendita “misti” in cui si scommette (corner, bar, tabacchi e agenzie estere sanate) erano 401.

LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password