Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/08/2018 alle ore 19:01

Attualità e Politica

15/03/2018 | 19:35

“Regoliamoci – Le Regole del Gioco Pulito”: il Tour della Lega B e di SportRadar contro il match fixing fa tappa a Palermo

facebook twitter google pinterest
match fixing palermo sportradar

ROMA - Quinta tappa, a Palermo, per il tour “Regoliamoci – Le Regole del Gioco Pulito” il progetto della Lega B, in collaborazione con Sportradar AG e Istituto per il Credito Sportivo, arrivato al suo quarto anno consecutivo. Dopo gli appuntamenti di Frosinone, Parma, Foggia e Terni, oggi è stato il turno del capoluogo siciliano, dove, nella sala stampa dello stadio Barbera, sono state coinvolte la prima squadra e l’intero settore giovanile. Il progetto, che  prevede degli incontri con tutte le società che partecipano alla Serie B ConTe.it 2017-2018, intende formare e informare sui rischi del match fixing e attraverso sessioni formative dedicate al tema delle frodi sportive, con la partecipazione diretta dei tesserati della prima squadra e del settore giovanile, degli staff tecnici, dei dirigenti e di tutti i collaboratori. Guidatida Marcello Presilla, responsabile Integrity per l'Italia di Sportradar AG, gli atleti - si legge in una nota - vengono formati e informati sul fenomeno del match-fixing, sui rischi e soprattutto sulle conseguenze. Durante i workshop, i giocatori hanno la possibilità di comprendere al meglio questo fenomeno e prevenirlo anche grazie all’aiuto degli identikit, tracciati da Sportradar, dei cosiddetti fixers. Si tratta di criminali che agganciano nei modi più svariati i giocatori intrappolandoli nelle truffe, attraverso tecniche di adescamento che sfociano anche in ricatti e minacce pregiudicando il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio. 
Lega B, grazie alla partnership con Sportradar e l’Istituto di Credito sportivo, prosegue la sua attività di formazione dei calciatori per rafforzare la cultura della legalità. Un percorso virtuoso che Sportradar AG, società leader nel monitoraggio delle scommesse e nella lotta alle frodi sportive, sostiene e svolge ufficialmente, quale organismo designato da Uefa e Fifa, in Italia e nel resto del mondo
 “Integrity partner” del progetto è l’Istituto per il Credito Sportivo, unica banca pubblica leader nel finanziamento dell’impiantistica sportiva, al fianco della Lega B da diversi anni sui progetti infrastrutturali, etici e di valorizzazione dei giovani.
Il Credito Sportivo - prosegue la nota - crede fortemente che il profondo rinnovamento del sistema calcistico debba certamente passare dagli impianti, ma anche e soprattutto dalla reputazione e dalla credibilità dell’intero sistema. Aiutando quindi le società e i giocatori ad essere più consapevoli contro i pericoli del calcio scommesse, si pongono le basi per la costruzione di uno sport sano e pulito, presupposto imprescindibile per la solidità etica ed economica del settore. Per il rinnovamento del mondo del calcio bisogna mettere in campo politiche anche culturali, che il Credito Sportivo sostiene e supporta attraverso progetti come questo.
«Anche noi del Palermo siamo in prima linea per un calcio vero, appassionato, leale e completo. - ha dichiarato il tecnico rosanero, Bruno Tedino - Per questo ci alleniamo duramente tutti i giorni per poter garantire a tutti gli appassionati uno spettacolo importante. Oggi siamo con la Lega B, l'Istituto per il Credito Sportivo e Sportradar per affrontare insieme tutte le tematiche riguardanti questo tipo di settore». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password