Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/10/2018 alle ore 20:47

Attualità e Politica

30/11/2017 | 12:37

Slot in Piemonte, Gioanola (sindaco Mirabello Monferrato): «La legge va rispettata, ma mancano indicazioni precise per i Comuni»

facebook twitter google pinterest
mirabello monferrato slot gioanola

ROMA - «La legge è legge e va rispettata. Dico solo che Governo e Regione dovrebbero dare indicazioni precise ai Comuni e finora questo non è successo». Lo ha detto ad Agipronews Mauro Gioanola, sindaco di Mirabello Monferrato (Alessandria), a proposito dell'applicazione della legge regionale anti-ludopatia del Piemonte, che a partire dal 20 novembre scorso dispone lo spegnimento di tutte le slot non in regola con il distanziometro. Tre giorni fa il sindaco ha emanato un'ordinanza che vieta l’accensione delle slot per sei ore al giorno, «senza impedire del tutto – recita il provvedimento - il loro utilizzo per non menomare la libertà d’impresa».
«Sento parlare di una trattativa aperta fra Governo e Regione Piemonte a proposito degli effetti della legge – continua Gioanola - In paese abbiamo due bar e una tabaccheria che ospitano slot, e tutte tre sono vicine a luoghi sensibili. Se mi diranno ufficialmente che devono spegnere gli apparecchi, lo faranno. Ma ribadisco: finora nessuna comunicazione ufficiale ci è giunta dalla prefettura o dalla Regione. Nel frattempo, abbiamo deciso di disciplinare gli orari di accensione, così come hanno fatto altri comuni. Peraltro, da noi non ci sono casi di giocatori compulsivi. Qualche moneta nelle slot per divertimento, niente di più». 
MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password