Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 31/10/2020 alle ore 20:20

Attualità e Politica

23/06/2020 | 08:33

Palermo, stop del Questore a cinque centri scommesse: "Rischio di infiltrazioni criminali"

facebook twitter google pinterest
palermo scommesse licenza

ROMA - Il Questore di Palermo ha revocato cinque licenze di altrettanti centri scommesse, ritenute «inserite, attraverso i rispettivi titolari, in un sistema di condizionamenti ed infiltrazioni della criminalità organizzata». Alcuni di questi esercizi mettevano a disposizione dei clienti anche slot machine, spenti dalla Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Palermo che ha eseguito il provvedimento. «I provvedimenti di revoca, disposti dalla Questura di Palermo - spiega una nota - prendono spunto dall'operazione denominata "All In" condotta dalla Guardia di Finanza che ha svelato che un gruppo di imprese gravitava intorno alle figure centrali di Francesco Paolo Maniscalco, già condannato per la sua organicità alla famiglia di Palermo Centro, e di Salvatore Rubino che ha messo a disposizione dei clan la propria abilità imprenditoriale al fine di esercitare un concreto potere di gestione e imposizione sulla rete di raccolta delle scommesse». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password