Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/02/2020 alle ore 20:32

Attualità e Politica

29/01/2020 | 17:51

Piemonte, la proposta di modifica Leone: salvi dal distanziometro gli esercizi già esistenti all'entrata in vigore della legge

facebook twitter google pinterest
piemonte legge giochi slot modifica leone lega

ROMA - Gli esercizi pubblici e le sale giochi che alla data del 19 maggio 2016 già ospitavano slot e Vlt non devono essere soggetti al distanziometro. Questo il senso della proposta di modifica alla legge piemontese sul gioco patologico, presentata dal consigliere della Lega Claudio Leone. Il provvedimento punta a eliminare la retroattività della legge attuale, che assoggetta al rispetto delle distanze minime dai cosiddetti luoghi sensibili non solo le nuove aperture, ma anche le attività già sul territorio al momento dell'entrata in vigore della normativa. Non solo: secondo la proposta Leone, non si può parlare di nuove aperture nel caso in cui, a seguito di cessione o affitto, cambi la titolarità dei locali in cui sono installati gli apparecchi di gioco. In tali casi, quindi, non si applica il distanziometro. 

Gli step che porteranno la proposta di legge al voto assembleare sono definiti, come si evince da una nota apparsa sul sito del Consiglio Regionale del Piemonte: in seduta congiunta è stato deciso che entro un mese si dovranno svolgere le consultazioni fisiche dei soggetti portatori d’interesse, mentre in tempi stretti, forse già la prossima settimana, la Giunta regionale svolgerà la clausola valutativa, quindi relazionerà sugli effetti concreti di attuazione della legge in vigore.
In realtà sono due le proposte di legge in materia di prevenzione e contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico: a quella di Claudio Leone si aggiunge quella di Giorgio Bertola (M5s), di segno diametralmente opposto, nel senso che intende rendere ancora più severa la legge attuale. Entrambe sono state due giorni fa al centro dei lavori della seduta congiunta delle commissioni Terza, Quarta e Legalità. 
MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

gicohi aosta

Giochi, Aosta: sanzioni per 3.500 euro tra dicembre e gennaio

22/02/2020 | 17:43 ROMA - Ammonta a 3.500 euro il totale delle sanzioni disposte dalla polizia locale di Aosta a cavallo tra dicembre e gennaio, per le violazioni al regolamento comunale contro il gioco patologico. Una multa di 500 euro è stata...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password