Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/02/2018 alle ore 20:35

Attualità e Politica

30/11/2017 | 15:38

Poker Live, dal boom all'oblio: sui tornei nei circoli, anni di incertezza legislativa

facebook twitter google pinterest
poker live oblio

ROMA - Nonostante il divieto di legge, nei circoli privati di tutta Italia si è continuato a giocare a poker. Secondo stime delle associazioni di settore, nel 2014 il giro d'affari è stato di 250 milioni di euro. Ai sequestri delle forze dell'ordine hanno fatto spesso seguito i dissequestri nei tribunali, in uno stato di perdurante incertezza giuridica. La giurisprudenza ha in parte valutato legittimi i dinieghi opposti a richieste di nulla osta per tornei nei circoli, motivando tali decisioni con la mancata emanazione del regolamento. In altri casi, l'organizzazione di tornei è stata considerata possibile, ritenendo che proprio la mancanza di regolamentazione fosse penalizzante per le aspettative delle imprese e dei cittadini.
Altro canale in cui il gioco sopravvive in maniera totalmente lecita è quello dei tornei organizzati nei quattro casinò italiani (con appuntamenti anche nelle sale estere) dai principali concessionari che offrono il gioco in modalità online. In occasione dei tornei sul web vengono spesso messe in palio le partecipazioni alle fasi finali dal vivo, a cui spesso partecipano anche grandi campioni del poker live.
MF/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

Scarica l'app dallo store

Scarica
chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password