Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/06/2019 alle ore 20:52

Attualità e Politica

19/02/2018 | 12:45

Giochi in Piemonte, Pucci (Astro): «Nessuna attenzione da politica e sindacati. E all'estero il distanziometro fa ridere»

facebook twitter google pinterest
pucci astro torino fit

TORINO - “La politica non si accorge né di noi né dei tabaccai. E anche l’assenza dei sindacati è abbastanza evidente. La legge non sta tutelando il gioco legale e i politici hanno preferito la strada più facile per cercare delle soluzioni, ma di fatto stanno affossando il settore del gioco legale". Lo ha detto Massimiliano Pucci, presidente dell'associazione di gestori As.Tro, nel suo intervento al convegno di Torino “Liberi di scegliere, basta proibizionismo – Sì al gioco lecito, no all’illegalità”, organizzato dalla FIT. "Oggi è il Piemonte - avverte Pucci - ma domani ci sarà l’Emilia Romagna, in cui i punti sensibili sono numerosi, e poi tutte le altre regioni. Dobbiamo combattere questa guerra asimmetrica in cui da una parte la politica ha a propria disposizione i mass media, mentre noi fatichiamo parecchio per avere uno spazio di comunicazione per avvalorare le nostre posizioni". Infine qualche considerazione sul distanziometro da parte del presidente di As.Tro: "In Inghilterra, in Spagna e in Francia appena mi confronto con i colleghi del settore sul distanziometro si mettono a ridere. Il settore della tecnologia nel gioco ha fatto passi da gigante, ma la politica non ci ha seguito. Hanno presentato la normativa sulle distanze come un colpo mortale all'azzardo, ma è falso. In realtà, si stimola solo la riemersione del gioco illegale, il pendolarismo dei giocatori e la crescita del gioco on line”.

DM/Agipro

 

 

.

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Slot orario Cuneo GDF sala bingo

Slot fuori orario a Cuneo, blitz della GDF in una sala bingo

25/06/2019 | 16:08 ROMA - Le Fiamme Gialle di Cuneo sono intervenute in una sala bingo del centro, sequestrando le slot machine che erano in funzione all'una di notte, violando l'ordinanza emanata dal Comune ad agosto 2016, secondo cui gli apparecchi...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password