Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/12/2018 alle ore 11:00

Attualità e Politica

26/07/2018 | 17:17

Lombardia, relazione sugli effetti della legge regionale: nel 2017 giocatori patologici in calo (-2,3%), diminuite anche le slot

facebook twitter google pinterest
regione lombardia giocatori patologici slot

ROMA - Lo scorso anno, in Lombardia, sono diminuite le persone che hanno avuto necessità di cure per ludopatia (2.670 nel 2017 a fronte di 2.734 nel 2016) ed è calato il numero di esercizi (-9% sale slot e -2% sale VLT, rispetto al 2016) e apparecchi per il gioco di azzardo (slot -18%). E' il dato fornito nel corso della presentazione della Relazione 2017 sull'attuazione della legge regionale per la prevenzione e il trattamento del gioco patologico. Secondo la relazione, complessivamente in Lombardia si trovano 61.775 apparecchi Slot e VLT, concentrati soprattutto nella Città metropolitana di Milano (16.987), seguita dalle province di Brescia (9.446), Bergamo (7.471), Varese (5.658) e da Monza e Brianza (4.109). I numeri sono stati resi noti dal Comitato paritetico di controllo e valutazione (CPCV), presieduto da Barbara Mazzali (Fratelli d'Italia). 
«Grazie agli interventi di Regione Lombardia abbiamo iniziato a contrastare il gioco patologico - ha dichiarato la Mazzali - In particolare, funzionano le norme che prescrivono le distanze tra gli esercizi commerciali e i luoghi sensibili e le numerose iniziative di formazione e sensibilizzazione che hanno coinvolto moltissime persone. La diminuzione degli esercizi con apparecchi per il gioco d'azzardo è senz'altro un fatto positivo, ma non sufficiente». 
Sul fronte della formazione, prevista dai piani locali delle ATS, sono stati coinvolti quasi 138mila soggetti, di cui circa il 50% dipendenti di aziende aderenti al programma per promuovere stili di vita sani tra i lavoratori, oltre a numerosissime scuole. «Bene il calo delle slot in Lombardia e la volontà di proseguire nella lotta all'azzardo patologico. Anche per questo ho presentato un ordine del giorno alla legge di assestamento di bilancio per chiedere alla Giunta di dare ancora più forza alla rete "no slot" nata in questi anni nella nostra Regione», ha commentato Viviana Beccalossi, consigliere regionale (Gruppo Misto) e ideatrice della legge regionale. 

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password