Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/06/2021 alle ore 20:40

Attualità e Politica

18/05/2021 | 12:20

Riaperture sale giochi, Chiacchio (Giocare Legale): "Delusi dalla decisione del Governo, continueremo il confronto con le forze politiche per anticipare la data"

facebook twitter pinterest
riaperture sale giochi chiacchio giocare legale

ROMA - «Ci aspettavamo una data diversa, sicuramente c'è un po' di delusione. Se non altro il settore viene per la prima volta menzionato». Pasquale Chiacchio, presidente di Giocare Legale in rappresentanza delle associazioni A.G.S.I, A.Gi.Le, C.G.S.S., C.N.I, commenta il decreto legge sulle nuove riaperture approvato ieri dal Consiglio dei ministri, che ha fissato la ripresa delle attività di sale giochi, scommesse, bingo e casinò al 1° luglio. «La situazione resta drammatica, sarà difficile sopportare ancora il periodo di chiusura - prosegue Chiacchio ad Agipronews - La situazione economica è pesante, l'attività riprenderà in uno dei periodi meno produttivi per il settore e sarà complicato. È come se a un albergo in una località estiva dessero il via libera per aprire a novembre». Chiacchio comunque non demorde: «Continueremo il confronto con le forze politiche e cercheremo di anticipare la data di riapertura, visto il calo dei contagi. Non c'è motivo per non riaprire in sicurezza». Il presidente di Giocare Legale chiede inoltre sostegni per la rete fisica: «Così come accaduto per gli operatori della montagna, è necessario prevedere un importo diretto per il settore, uno dei pochi ancora chiusi dallo scorso ottobre. Servono interventi economici giusti, senza barriere o condizioni, altrimenti il comparto salterà», conclude.
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password