Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 20:37

Attualità e Politica

18/06/2018 | 11:02

Rouge et noir, Mef e Monopoli chiedono di costituirsi parte civile

facebook twitter google pinterest
rouge et noir corallo mef monopoli

ROMA - Il Ministero dell'economia e l'Agenzia Dogane e Monopoli hanno chiesto di costituirsi parte civile nell'udienza preliminare al Tribunale di Roma nell'ambito dell'operazione “Rouge et Noir”. Si tratta dell'inchiesta che a dicembre del 2016 aveva portato all’arresto dell’imprenditore Francesco Corallo e di Giancarlo Tulliani, il cognato di Gianfranco Fini. Dieci le persone coinvolte nella vicenda, tra cui anche l’ex parlamentare Amedeo Labocetta, che risponde - insieme a Corallo - di peculato, riciclaggio e sottrazione fraudolenta di imposte, oltre che per associazione a delinquere. La costituzione parte civile del Ministero, si apprende a margine dell'udienza, è stata richiesta nei confronti di tutti gli indagati. Il Gup deciderà a breve se accogliere l'istanza. Secondo l’ipotesi dei pm, al fine di commettere «una serie di reati di peculato, riciclaggio, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e appropriandosi di ingenti somme di denaro (oltre 85 milioni di euro) corrispondenti al mancato pagamento dei tributi erariali, dovuti dalla società concessionaria Atlantis World Group of Companies per l’attivazione e la conduzione operativa della rete, per la gestione telematica del gioco lecito mediante apparecchi da divertimento o intrattenimento», il sodalizio avrebbe «trasferito tra il 2004 e il 2007 la liquidità così illecitamente accumulata (oltre 50 milioni di euro) dai conti correnti della concessionaria verso conti correnti esteri olandesi, ed inglesi di altre società del Gruppo Corallo, e successivamente, verso un conto corrente di società offshore acceso a Saint Maarten riconducibile a Francesco Corallo». Contestato, inoltre, il trasferimento di 150 milioni di euro su conti correnti esteri, «al fine di sottrarsi al pagamento delle imposte dovute».

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password