Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/03/2020 alle ore 19:00

Attualità e Politica

06/02/2020 | 12:11

Salerno, Tar Campania: no a sale troppo vicine ai luoghi sensibili, soggetti vulnerabili vanno tutelati

facebook twitter google pinterest
salerno tar campania giochi

ROMA - No alle sale giochi troppo vicine ai luoghi sensibili. Così il Tar Campania sul ricorso presentato da un esercente di Salerno, a cui la Questura aveva negato l'autorizzazione per trasferire una sala scommesse in un nuovo locale. «Le Questure devono verificare, oltre ai requisiti richiesti dalla legislazione di pubblica sicurezza, anche il rispetto delle normative, regionali o comunali», si legge nell'ordinanza pubblicata oggi. Nel caso delle sale giochi, il regolamento di Salerno prevede almeno 150 metri di distanza da spazi "off limits" come scuole e chiese. Il Questore deve dunque valutare anche i requisiti «in materia di distanze minime da luoghi considerati "sensibili", cioè da tutti quei luoghi nei quali si presume la presenza di soggetti appartenenti alle categorie più vulnerabili rispetto alla tentazione del gioco d'azzardo e all'illusione di poter conseguire attraverso di esso facili guadagni». Nel caso dell'esercente di Salerno, la valutazione della Questura è stata correttamente svolta e dunque il ricorso è stato respinto. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password