Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/11/2020 alle ore 15:10

Attualità e Politica

17/11/2020 | 10:45

Fondo salvasport, accolto ricorso urgente di Betflag: Tar Lazio sospende fino al 2 dicembre il pagamento dello 0,50% sulle scommesse

facebook twitter google pinterest
salvasport tar lazio scommesse

ROMA - Nuovo sì del Tar Lazio ai ricorsi urgenti dei bookmaker contro il pagamento della tassa "salva sport" prevista per gli operatori che gestiscono il betting exchange. È quanto si legge nel decreto urgente firmato dal giudice Francesco Riccio che accoglie l'istanza cautelare di Betflag e sospende gli effetti della nota Adm dello scorso settembre. Nel provvedimento dell'Amministrazione sono state definite modalità e termini per il versamento del contributo al fondo “salva sport” per i prossimi 18 mesi, pari allo 0,50% della raccolta da scommesse relative a eventi sportivi di ogni genere, anche in formato virtuale. La società, «in qualità di soggetto economico che offre scommesse tradizionali a quota fissa, soprattutto attraverso una tipologia particolare di gioco pubblico, regolata dalla normativa italiana e conosciuta come Betting Exchange (modalità che consente ai giocatori se fare da banco o puntare, ndr) per la quale non effettua alcuna attività di effettiva raccolta, si trova ad essere al momento incisa dall’adozione della determinazione direttoriale» dei Monopoli, «nella parte in cui si stabiliscono le modalità di calcolo e di applicazione dell’importo dello 0,5 per cento della raccolta sulle scommesse». Secondo il giudice «si possono ritenere sussistenti i presupposti dell’estrema gravità ed urgenza, stante l’oggettiva e immediata lesività dei provvedimenti impugnati, specialmente nella parte in cui impongono un cospicuo versamento entro il prossimo 30 novembre». La misura cautelare sarà concessa fino al 2 dicembre, quando il ricorso verrà discusso in camera di consiglio per una prima decisione collegiale. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

adm frode iva

Adm, Perugia: scoperta frode Iva per 34 milioni di euro

30/11/2020 | 11:20 ROMA – A conclusione delle indagini delegate dalla locale Autorità Giudiziaria, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Perugia hanno contestato un’evasione di circa 34 milioni di Iva ad una società...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password