Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Attualità e Politica

29/07/2021 | 10:44

SBC Digital Italia, Ramella (Sogei): "Da settembre l'app 'Gioco sicuro', agli utenti uno strumento per individuare i punti legali e verificare le giocate"

facebook twitter pinterest
sbc digital italia ramella sogei app gioco sicuro

ROMA - L'app "Gioco sicuro" sarà a disponibile a partire da settembre, «e consentirà agli utenti di individuare i locali che offrono le varie tipologie di gioco legale, di verificare immediatamente lo stato e la validità di una giocata e gli orari di gioco durante i quali è possibile utilizzare gli apparecchi». È quanto ha dichiarato Carla Ramella, Responsabile Direzione Dogane e Monopoli, PA Centrale, Sogei, nel corso del panel “Sicurezza, trasparenza e legalità: il modello vincente del gaming italiano” a SBC Digital Italia. Ramella ha ricordato la stretta collaborazione tra Sogei e Adm per garantire la trasparenza dell'offerta di gioco. «Con i nostri sistemi tecnologici assicuriamo sicurezza per tutti gli stakeholder. Da un lato c'è il contrasto al gioco illegale e la tutela dell'erario, ma assicuriamo anche ai giocatori un contesto regolamentato e agli operatori un ambiente sicuro - ha continuato - Collaboriamo con Adm supportandone l'attività di intelligence a tutto tondo, con una infrastruttura tecnologica basata sul paradigma dei big data. Sono poi stati introdotti ulteriori strumenti per analizzare i flussi di gioco e per individuare tempestivamente possibili frodi». Per il contrasto all'illegalità, «soprattutto per scommesse e altri giochi in espansione», Sogei ha messo in campo soluzioni come Frodo, per il monitoraggio dei volumi di gioco. Un sistema che «che supporta le attività di controllo dell'Agenzia, ma anche della giustizia ordinaria e sportiva». A tutelare i cittadini anche i sistemi di controllo dei giochi e totalizzatori nazionali, l'anagrafe dei conti di gioco, il registro unico autoesclusioni e l'app Smart messa a disposizione degli enti locali, attraverso cui «è possibile consultare tutti i dati del gioco fisico sul territorio». Tra gli obiettivi del prossimo futuro, ha concluso Ramella, c'è la definizione «di linee guida per la dematerializzazione delle ricevute di gioco, pur mantenendone le stesse caratteristiche giuridiche» e l'implementazione di strumenti di accesso ai servizi come Spid e Cie».
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password