Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/12/2018 alle ore 11:00

Attualità e Politica

26/04/2018 | 17:08

Nuove licenze, la circolare del Ministero fa la prima “vittima”: chiusa un'agenzia di scommesse a Camerino

facebook twitter google pinterest
scommesse camerino circolare ministero interno licenze

ROMA - Un mese fa il Ministero dell'Interno ha fornito nuove indicazioni per l'apertura di agenzie di scommesse, una sala Vlt o Bingo. Le questure, era il succo, avrebbero di lì in poi dovuto verificare non più soltanto i requisiti richiesti dalla legislazione di pubblica sicurezza, ma anche «il rispetto delle normative, regionali o comunali, in materia di distanze minime di tali attività commerciali da luoghi considerati “sensibili”». A un mese di distanza, le direttive ministeriali hanno trovato la prima applicazione a Camerino, in provincia di Macerata, dove il questore Antonio Pignataro ha disposto la chiusura di un centro scommesse che si era da poco trasferito dal centro alla periferia. L'agenzia aveva chiesto la licenza per il nuovo esercizio, che però sorge nelle vicinanze di uno sportello Bancomat di un ufficio postale. Per questo motivo, dopo che la Polizia ha effettuato una misurazione e accertato il mancato rispetto delle distanze minime (500 metri), la richiesta è stata rigettata e l'agenzia chiusa. 

La procedura indicata dalla circolare ministeriale prevede che chi richiede la licenza debba autocertificare la conformità del proprio locale alle distanze minime stabilite da Regione o Comune. Successivamente, su richiesta del Questore, il Comune di competenza dovrà pronunciarsi sulla veridicità della dichiarazione. In caso di risposta negativa, la licenza sarà negata. Se invece il riscontro dell'amministrazione non avverrà entro i termini del procedimento di rilascio, il Questore «provvederà comunque a concedere il titolo di polizia». Ma anche in quel caso la partita potrebbe non essere conclusa, perché se dopo il rilascio emergesse il mancato rispetto delle distanze, «il Questore valuterà la possibilità di annullare il provvedimento».

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password