Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Attualità e Politica

14/07/2021 | 15:49

Scommesse, la Guardia di Finanza sequestra beni per 1,6 milioni a imprenditore romano

facebook twitter pinterest
scommesse guardia di finanza sequestro 1 6 milioni imprenditore romano

ROMA - La Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il coordinamento della Dda reggina diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri, ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni, costituito da compendi aziendali, beni immobili e rapporti finanziari, per un valore complessivo di oltre 1,6 milioni di euro, nei confronti dell'imprenditore romano Paolo Sipone. È quanto si legge in una nota delle Fiamme Gialle. Il ruolo di Sipone emerge dalle attività di indagine eseguite nell'ambito dell'operazione "Galassia", condotta tre anni fa dalla procura reggina, a conclusione della quale erano stati eseguiti provvedimenti restrittivi personali a carico di 20 soggetti, tra i quali lo stesso imprenditore, tra gli ideatori e capo promotore di un complesso e remunerativo sistema criminale, connesso all'illecita commercializzazione di prodotti per la raccolta di scommesse online. Il Gico del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Reggio Calabria e lo Scico hanno eseguito indagini economico-patrimoniali sul conto di Sipone e del nucleo familiare e in tale contesto è stata accertata la sussistenza di una significativa sproporzione tra il profilo reddituale e quello patrimoniale dell'imprenditore e, appunto, del suo nucleo familiare. Alla luce di tali risultanze, e in aderenza alle ipotesi investigative delle Fiamme Gialle e della locale Dda, la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria ha disposto nei confronti dell'imprenditore romano il sequestro del relativo patrimonio illecitamente accumulato costituito da 5 società di capitali, 7 fabbricati a Roma, nonché ulteriori disponibilità finanziarie, per un valore complessivo pari ad oltre 1,6 milioni di euro.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password