Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/04/2019 alle ore 15:00

Attualità e Politica

13/02/2019 | 10:53

Scommesse illegali a Catania, Cassazione conferma sequestro di materiale informatico: "Necessario per completare gli accertamenti"

facebook twitter google pinterest
scommesse illegali catania cassazione sequestro

ROMA - Il Tribunale di Catania ha disposto correttamente il sequestro di materiale informatico nell'ambito della maxi-inchiesta sulle scommesse online illegali nel capoluogo etneo, scattata lo scorso novembre, che ha portato al sequestro di 46 punti scommesse e beni per 70 milioni. È quanto ha stabilito la Corte di Cassazione sul ricorso - dichiarato inammissibile - presentato da uno degli indagati, Rosario Lizzoli, accusato di attività abusiva di gioco, riciclaggio e associazione mafiosa. La Prima sezione penale ha confermato il ruolo rivestito dall'indagato, «per il tramite delle società a lui riferibili, nella gestione di siti di scommesse illegali, anche attraverso il riciclaggio o l'autoriciclaggio di denaro di provenienza illecita». Il Tribunale, conclude il provvedimento, ha «esaminato le emergenze investigative poste a fondamento delle ipotesi di accusa», chiarendo correttamente «la necessità del mantenimento del vincolo sulla documentazione ed il materiale informatico ai fini del completamento dell'accertamento». LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password