Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/04/2020 alle ore 14:58

Attualità e Politica

02/12/2019 | 15:25

Scommesse, Tar Emilia: "Senza concessione e licenza non è possibile raccogliere giocate"

facebook twitter google pinterest
scommesse tar emilia

ROMA - Senza concessione statale e senza licenza di pubblica sicurezza non è possibile raccogliere scommesse in Italia. A ribadirlo è il Tar Emilia Romagna sul caso sollevato dal titolare di un centro trasmissione dati collegato a un bookmaker maltese privo di concessione, a cui la Questura di Parma aveva negato la licenza per l'attività. Il sistema italiano, ricorda il Tar, si basa «sulla necessità di conseguire, anche per l’attività di raccolta dati delle scommesse per conto di un operatore estero, sia la concessione da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze sia l’autorizzazione di pubblica sicurezza». Un meccanismo la cui «piena compatibilità» con i principi comunitari è stata più volte confermata dai tribunali europei. Dunque, «anche l’attività di mera raccolta a trasmissione dati per conto terzi non può che essere assentita solo in favore di un soggetto abilitato in forza di un titolo che promani dalle autorità nazionali - concludono i giudici respingendo il ricorso - escludendo la possibilità di far valere titoli rilasciati da autorità estere». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password