Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/04/2019 alle ore 19:01

Attualità e Politica

16/04/2019 | 13:30

Scommesse, Tar Puglia: “Legittime le distanze minime, tutelano la salute”

facebook twitter google pinterest
scommesse tar puglia distanze minime

ROMA - Le distanze di 500 metri dai luoghi sensibili per le attività di gioco previste dalla legge legionale in Puglia sono legittime e non in contrasto con le norme costituzionali, visto che la tutela della salute dei cittadini prevale rispetto all’iniziativa economica privata. È quanto ha deciso il Tar Puglia nella sentenza in cui conferma lo stop dell'attività disposto dal Comune di Otranto (LE) nei confronti di una sala scommesse. Il locale in questione risulta eccessivamente vicino a "luoghi di culto" in contrasto alla norma che prevede almeno 500 metri di distanza tra sale da gioco e luoghi sensibili. «La legge regionale non ha in alcun modo invaso le competenze statali relative alla tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza - ribadisce il Tar - ma persegue finalità di carattere socio-sanitario proprie della materia di legislazione concorrente "tutela della salute". Il provvedimento del Comune con relativa sanzioni risulta quindi «esercizio doveroso e vincolato dell’attività di controllo». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password