Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Attualità e Politica

09/06/2021 | 11:33

Senato, interrogazione bipartisan al Mef: "Necessaria proroga tecnica delle concessioni scommesse"

facebook twitter pinterest
senato interrogazione bipartisan Mef proroga tecnica concessioni scommesse

ROMA - È necessaria l'adozione di un «regime di "proroga tecnica"» delle concessioni scommesse, «utile anche alla definizione di una disciplina organica della materia». È l'appello dei senatori Gianni Pittella (Pd), Sergio Puglia (M5S), Marco Perosino (Forza Italia) e Andrea De Bertoldi (Fratelli d'Italia), che hanno presentato un'interrogazione al ministro dell'Economia sulla riassegnazione di concessioni di raccolta delle scommesse.
«La mancata adozione di regole trasparenti e uniformi sull'intero territorio nazionale costituisce una condizione ostativa oggettiva all'indizione delle gare per l'affidamento delle nuove concessioni», spiegano i senatori. Un'altra criticità è rappresentata dalla «situazione epidemiologica ancora in atto, caratterizzata dalla produzione di un'enorme quantità di atti normativi» e «dall'incertezza della situazione di fatto, in continua evoluzione». 
I concessionari, ricordano, «svolgono un pubblico servizio riservato al monopolio statale, che consiste nel controllo dell'attività di gioco sia per il rispetto dei limiti entro i quali può ritenersi lecito, svolgendo una funzione pubblica sia nel contrasto alla diffusione del fenomeno della ludopatia e delle attività criminali nel settore, sia per la gestione degli incassi delle giocate, destinati all'erario». Quindi «l'urgenza di continuità del pubblico servizio, alla luce delle condizioni oggettive ostative all'indizione delle gare per l'affidamento delle nuove concessioni, mostra l'esigenza di adozione di un regime di "proroga tecnica" utile anche alla definizione di una disciplina organica della materia che riguardi l'intero territorio nazionale, così da garantire una uniformità di regole». 
Per questo, i senatori chiedono al Ministro «quale iniziativa di competenza intenda intraprendere, anche in vista della predisposizione delle stime assestate per il 2021, per tenere conto di tale condizione di criticità relativamente alle procedure richiamate» e «se siano eventualmente considerate, secondo quanto proposto dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli contraente degli affidamenti, proroghe tecniche degli stessi affidamenti, anche in ragione delle esigenze di riordino del settore» e «di più generale interesse pubblico di continuità del presidio dell'offerta nel peculiare mercato dei giochi con vincite in denaro».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password