Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/06/2021 alle ore 10:39

Attualità e Politica

24/05/2021 | 13:48

Slot, Cassazione: Preu non versato, gestore condannato per peculato

facebook twitter pinterest
slot cassazione gestore preu peculato

ROMA - La Cassazione dichiara inammissibile ricorso di un gestore slot e conferma la condanna per peculato stabilita dalla Corte di Appello di Brescia. È quanto si legge nella provvedimento pubblicato oggi. L'imputato si era appropriato «del provento delle giocate, destinato al pagamento del Preu, nonché di materiale consegnatogli per l'esercizio dell'attività» dal concessionario di riferimento. Il Collegio ricorda che «integra il delitto di peculato la condotta del gestore o dell'esercente» degli apparecchi da gioco «che si impossessi dei proventi del gioco, anche per la parte destinata al pagamento del Prelievo Erariale Unico, non versandoli al concessionario competente, in quanto il denaro incassato appartiene alla pubblica amministrazione sin dal momento della sua riscossione». In questo senso sono ininfluenti «gli accordi successivi tra concessionario e gestore per ripianare il debito sorto con la appropriazione». In questo caso, inoltre, «vi è stata una pluralità di appropriazioni in momenti diversi» e non un solo episodio.
LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password