Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/05/2020 alle ore 20:39

Attualità e Politica

20/05/2020 | 12:31

Tar Emilia: ctd sono sale giochi a tutti gli effetti, necessario per i locali il permesso di costruire

facebook twitter google pinterest
tar emilia ctd giochi scommesse permesso costruire

ROMA - Anche i centri trasmissione dati collegati a bookmaker esteri devono rispettare le norme edilizie previste per le sale da gioco. A scriverlo è il Tar Emilia nella sentenza che respinge il ricorso del titolare di un ctd di Reggio Emilia, a cui il Comune aveva intimato « di ripristinare la legittima destinazione d’uso» dei locali e di renderli «conformi alle prescrizioni degli strumenti edilizi e urbanistici». La destinazione d'uso del centro, nato come «esercizio commerciale di vicinato» non era mai stato cambiato; il Comune, tuttavia aveva imposto il cambio di destinazione d'uso, sostenendo che i centri di trasmissione dati rientrano tra le agenzie per il gioco che invece sono incluse nella categoria urbanistica delle "attività ludico-ricreative con problematiche di impatto". Una visione condivisa dal Tar, che sottolinea come la legge finanziaria del 2015 ha necessariamente previsto per le sale da gioco il permesso di costruire. La mancanza del necessario titolo edilizio, conclude il Tar, «rende dunque pienamente legittima l’ordinanza» del Comune. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi settimana agipronews governo scommesse figc

Giochi, la settimana in un clic

29/05/2020 | 18:45 LUNEDI' 25 MAGGIO Giochi in quarantena / 1 –  Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del DL Covid-19. Tra le misure previste c'è anche la «chiusura di sale giochi, sale scommesse e...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password