Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/04/2021 alle ore 09:45

Attualità e Politica

16/12/2020 | 17:24

Fondo salvasport, Tar Lazio: "Misura proporzionata per fronteggiare l'emergenza del settore sportivo"

facebook twitter pinterest
tar lazio salvasport scommesse

ROMA - Le società di scommesse sportive dovranno contribuire al fondo "salvasport" creato dal Governo per «fronteggiare l’emergenza sanitaria derivante dal Covid-19 e i suoi riflessi sull'attività sportiva». Il Tar Lazio motiva così la decisione di respingere i ricorsi presentati da tre concessionari contro il decreto del Ministero dello Sport che a fine maggio ha istituito il fondo che per 18 mesi sarà alimentato con un prelievo dello 0,50% sulla raccolta delle scommesse di ogni tipo. «La misura in questione risulta sostenuta da un motivo di interesse generale» e risulta quindi legittima, scrive il Collegio della sezione Prima quater nell'ordinanza pubblicata oggi. Contrariamente a quanto sostenuto dagli operatori, il fondo «non osta alla libertà di stabilimento ed alla libera prestazioni di servizi», perché il prelievo dello 0,50% «trova applicazione all'intera attività di raccolta da scommesse relative a eventi sportivi di ogni genere, anche in formato virtuale, effettuate in qualsiasi modo e su qualsiasi mezzo, sia on-line, sia tramite canali tradizionali e, conseguentemente, a tutti gli operatori del settore in Italia, indipendentemente dallo Stato membro in cui abbiano stabilito la propria sede legale». La norma rispetta quindi il principio di proporzionalità, «non sfavorendo alcuna categoria di operatori del settore». Inoltre, «il contestato regime impositivo non appare idoneo allo stato ad arrecare alla ricorrente un pregiudizio grave ed irreparabile»; il danno lamentato dalle società, «di natura meramente economica» sarebbe «pienamente ristorabile in caso di esito favorevole del giudizio di merito». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password