Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2020 alle ore 10:29

Attualità e Politica

15/10/2020 | 10:00

Coronavirus, Genova: sale giochi chiuse solo in quattro aree del centro città

facebook twitter google pinterest
toti chiusura sale giochi centro genova

ROMA - Il divieto delle attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo a Genova - previsto dalla nuova ordinanza del Governatore della Liguria, Giovanni Toti - riguarderà solo quattro "zone rosse" centrali del capoluogo, laddove il contagio ha raggiunto livelli elevati: una parte del Centro Storico (con esclusione del Porto Antico), Sampierdarena, Cornigliano e Rivarolo. Nel resto della città, le attività di gioco resteranno invece regolarmente aperte: le nuove limitazioni riguardano invece "la chiusura delle attività di vendita al dettaglio e somministrazione di alimenti e bevande effettuate mediante apparecchi automatici" e lo stop notturno -  dalle 21 alle 8 del giorno successivo - degli esercizi di vicinato alimentare, degli artigiani alimentari, delle medie e grandi strutture di vendita di alimentari. L’ordinanza entrerà in vigore alle 12 di oggi, e rimarrà in vigore per 29 giorni (decadendo in contemporanea con l’ultimo Dpcm del governo). “Si tratta di misure non particolarmente gravose rispetto al Dpcm, ma che riteniamo possano essere utili a drenare ulteriormente il contagio, che si concentra soprattutto nell’area della Città metropolitana di Genova”, ha detto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password