Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/08/2018 alle ore 12:40

Attualità e Politica

17/05/2018 | 13:40

Giochi Uk, giro di vite del Governo: taglio drastico alle puntate e controlli più severi sull’online

facebook twitter google pinterest
uk fobts giro

ROMA - Giro di vite in UK per combattere e prevenire le derive patologiche del gioco. Il Governo britannico ha appena reso nota la nuova serie di misure varate per raggiungere l’obiettivo. Al quale si intende arrivare principalmente attraverso il taglio della puntata massima sui Fixed Odds Betting Terminal, apparecchi di gioco diffusissimi nelle agenzie scommesse britanniche, ingente fonte di ricavi per i bookmaker. Confermate in pieno le anticipazioni che erano circolate in questi mesi: la puntata massima sulle FOBTS è stata drasticamente ridotta, da 100 a 2 sterline. «Era una misura assolutamente necessaria - ha spiegato Tracey Crouch, Ministro dello Sport - vogliamo assicurare che l’industria del gaming protegga gli individui più vulnerabili della società. Riducendo le puntate a 2 sterline, aiuteremo soprattutto coloro i quali non possono permettersi grandi perdite al gioco». La decisione di tagliare la puntata massima alle FOBTS non incontrerà di sicuro il favore dell’industria del gioco, che più volte aveva manifestato al Governo le sue preoccupazioni nei confronti di tale misura. Ladbrokes Coral, ad esempio, ha stimato una perdita di circa 500 milioni di euro all’anno con i nuovi limiti in vigore. In una lettera inviata al segretario di Stato per la Cultura e lo Sport, Matt Hancock, l’associazione che riunisce i principali bookmaker d’oltremanica aveva paventato uno scenario apocalittico: secondo uno studio della KPMG - recita il testo - l’approvazione del taglio porterà alla perdita di 20mila posti di lavoro e alla chiusura di metà delle agenzie scommesse suo suolo britannico.

Le misure del Governo britannico per contrastare il gioco patologico non riguardano però solo le FOBTS. Toccherà alla Gambling Commission, l’ente che supervisiona il settore del gaming nel Regno Unito, «rafforzare gli strumenti di protezione per il gioco online, attraverso l’introduzione di controlli più stringenti sull’età dei giocatori e di limiti di spesa differenziati a seconda delle disponibilità finanziarie» si legge nella nota dell’esecutivo. Ci sarà anche un’opera di prevenzione, portata avanti con una ingente campagna pubblicitaria per promuovere il gioco responsabile, pianificata con la collaborazione dell’industria del gaming. In più, il Servizio Sanitario inglese pubblicherà una ricerca con i risultati dei danni che il gioco patologico provoca sulla salute pubblica. Infine, le minori entrate erariali previste a a causa del taglio delle puntate, saranno bilanciate con aumento della tassazione sul gioco online.  AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password