Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/11/2019 alle ore 19:02

Attualità e Politica

26/10/2019 | 17:05

Veneto, Comuni contrari alla legge sul gioco: "Diminuisce l'efficacia contro la ludopatia"

facebook twitter google pinterest
veneto legge regionale gioco azzardo

ROMA - «Una scelta che azzera gli sforzi di molti Comuni che si erano strenuamente battuti per approvare provvedimenti capaci di limitare il più possibile il gioco, specialmente nelle ore notturne». È il commento dei sindaci del distretto Alto Vicentino dell'Ulss 7 sulla nuova legge regionale del Veneto sul gioco d'azzardo. Secondo i primi cittadini, riporta "Il Giornale di Vicenza", l'intento regionale di rendere omogeneo l'orario di apertura delle sale da gioco toglie ogni potere ai sindaci su questo punto. Il nuovo provvedimento interviene anche sulle distanze minime dai luoghi sensibili, calcolando il conteggio non più in linea retta, bensì sulla base di un percorso pedonale più breve; una modifica meno efficace secondo gli amministratori. «Tutto questo rischia di diventare un passo indietro nella lotta contro la ludopatia - afferma il presidente del distretto 2 dei sindaci dell'Ulss 7, Franco Balzi - Siamo determinati a fare la nostra pare, confrontandoci in modo costruttivo con la Regione per porre rimedio a questa prospettiva». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi notizie slot scommesse agipronews

Giochi, la settimana in un clic

22/11/2019 | 16:55 LUNEDI' 18 NOVEMBRE MS5: meno concessioni ma più costose – Si susseguono gli emendamenti alla manovra riguardanti i giochi. Fra questi, due del M5S a firma di Endrizzi propongono di rendere meno numerose ma più...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password