Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/03/2021 alle ore 16:29

Attualità e Politica

19/02/2021 | 10:24

Vlt, Tar Lazio: sospeso il giudizio sugli aumenti del Preu, attesa decisione della Corte Ue sulla tassa da 500 milioni

facebook twitter pinterest
vlt tar lazio bplus

ROMA - Gli aumenti delle aliquote sulle videolottery potrebbero aver alterato le condizioni della concessione, ma per stabilirlo bisognerà attendere la decisione della Corte di Giustizia Europea sul caso relativo alla tassa di 500 milioni. Il Tar Lazio sospende il giudizio presentato nel 2014 da BPlus (oggi Global Starnet) «di natura esclusivamente risarcitoria», con cui la società aveva chiesto ad Adm e Mef 135 milioni di euro. Nel mirino, il costo eccessivo che si era creato nella gestione delle vlt dopo il lancio delle slot online e gli aumenti della tassazione. Sul primo punto il Tar ha dichiarato improcedibile il ricorso: il tribunale e il Consiglio di Stato si erano già pronunciate sul caso tra il 2014 e il 2015, respingendo le richieste del concessionario. Diversa invece è la lettura sugli aumenti della tassazione: anche in questo caso il Tar aveva respinto il ricorso di BPlus del 2017, ma da allora, scrivono i giudici, «l’aliquota del Preu ha subito delle ulteriori variazioni in aumento». Ed è qui che entra in gioco la tassa di 500 milioni prevista per i concessionari slot e vlt dalla legge di stabilità 2016, e rinviata dal Consiglio di Stato alla Corte di Giustizia Ue. «Una questione pregiudiziale - spiega il Tar - la cui risoluzione potrebbe incidere sulla risoluzione» del ricorso Bplus. «Pur nella diversità della normativa nazionale sottoposta allo scrutinio della Corte di Giustizia, la questione pregiudiziale che è stata rimessa concerne la compatibilità con il principio del legittimo affidamento di una normativa nazionale» che in corso di concessione «modifichi le condizioni economiche della stessa». Una «questione rilevante nel presente giudizio», sulla base della quale «si ritiene opportuno disporre la sospensione» della causa, in attesa della decisione della Corte Ue. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password