Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2021 alle ore 10:42

Attualità e Politica

14/10/2021 | 13:06

Giochi, Iaccarino (Centro Studi As.tro): "Pronta proposta di riordino del settore, riforma sia condivisa e sostenibile"

facebook twitter pinterest
Giochi IaccarinoCentro Studi As.tro Pronta proposta di riordino del settore riforma sia condivisa e sostenibile

ROMA - «Dopo sei mesi di lavoro dei responsabili delle sezioni retail, scommesse e gioco a distanza, As.tro ha pronta una sua proposta in vista di un riordino del settore giochi che non può più essere rinviato». È quanto dichiara ad Agipronews Armando Iaccarino, presidente del Centro Studi As.tro, a margine dei lavori della Commissione per il riordino del comparto, che fa capo all'associazione. As.tro si è impegnata nell'elaborazione di un documento da inviare al legislatore che riguarda non solo la parte commerciale del settore, ma anche gli interventi da apportare sui territori e le modalità per combattere il gioco patologico, oltre alle prospettive per le future gare per le concessioni di gioco.
«In questi mesi abbiamo lavorato confrontandoci con le realtà territoriali e del terzo settore per comprendere le loro ragioni - continua Iaccarino - Non può esistere una riforma che non sintetizzi e armonizzi le esigenze di tutti gli interessi in campo, da quelli dell'industria a quelli del giocatore, senza dimenticare quelle dei territori che ci ospitano. Nel nostro elaborato, il pacchetto delle proposte contro la ludopatia ha un ruolo di primo piano, perché non esiste un futuro per le nostre aziende se non in un contesto di sostenibilità sociale». Il documento, spiega il presidente del Centro Studi, sarà corredato e affiancato «da un "libro bianco", capace di motivare le ragioni di ogni nostra proposta. La riforma guarda al futuro ma non dobbiamo dimenticarci quello che è successo negli ultimi anni». Il documento elaborato dalla Commissione dovrà essere ratificato dal Consiglio Direttivo Astro, in programma per il 16 novembre, e da quel momento, conclude Iaccarino «diventerà la nostra piattaforma per il confronto con il mondo della politica e le altre realtà associative del settore».
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password