Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/10/2021 alle ore 15:10

Attualità e Politica

29/04/2021 | 15:00

Giochi nel Lazio, via al sit-in dei lavoratori contro la legge regionale: "Cinquemila posti a rischio, no alla retroattività del distanziometro"

facebook twitter pinterest
Giochi Lazio lavoratori legge regionale retroattività distanziometro

ROMA - Lavoratori e delle lavoratrici del settore giochi sono in piazza davanti al palazzo della Giunta della Regione Lazio, per il sit-it "Non lasciate il Lazio alle mafie". Il comparto regionale, con il supporto di delegazioni provenienti da tutta Italia, chiede alla Giunta e ai consiglieri la modifica alla legge del 2013, approvata a febbraio 2020, che ha previsto il distanziometro di 500 metri anche per le sale giochi e le slot già esistenti, concedendo 18 mesi per l'adeguamento. Una legge i cui effetti sull'occupazione «sarebbero disastrosi», come sostengono da settimane le maggiori associazioni di settore, pure in piazza per sostenere la protesta.

«I clan della malavita stanno occupando le città e i quartieri della Regione Lazio con il gioco d’azzardo illegale in locali e bische clandestine da quando siamo chiusi per la pandemia - sostengono invece i comitati "Lavoratori del gioco pubblico" e le "Donne in gioco", organizzatori dell’appuntamento - 5.000 lavoratori già in grave sofferenza a causa del Covid verranno espulsi dal mercato per la legge regionale che introduce il distanziamento dai luoghi sensibili»

Segnali di apertura a una revisione della norma sono intanto arrivati nei giorni scorsi, in particolare da Marietta Tidei, Presidente della Commissione allo Sviluppo Economico, e da Rodolfo Lena, presidente della Commissione Affari costituzionali del Consiglio regionale. L'ultimo a intervenire è stato il presidente della Commissione Sanità, Giuseppe Simeone, che ieri ha annunciato la presentazione di un emendamento, «nell’ambito della prima proposta di legge regionale che sarà incardinata in consiglio e che consenta margine di azione» per eliminare la retroattività del distanziometro.
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password