Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/06/2022 alle ore 13:51

Attualità e Politica

11/04/2022 | 13:43

Giochi e distanziometro, As.tro replica all'amministrazione di Modena: "Ignorate le pronunce del Consiglio di Stato sull'effetto espulsivo"

facebook twitter pinterest
Giochi e distanziometro As.tro replica all'amministrazione di Modena: Ignorate le pronunce del Consiglio di Stato sull'effetto espulsivo

ROMA - La questione giochi e distanziometro continua ad alimentare il dibattito a Modena dopo il question time in Consiglio Comunale della scorsa settimana, nel quale l'assessore Andrea Bosi ha diffuso i dati sul calo delle sale in città. L'associazione As.tro, in rappresentanza degli operatori dei giochi, torna oggi sull'argomento dopo la lettera già inviata la scorsa settimana a Bosi e dopo la risposta ricevuta dall'assessore. Una replica ritenuta insoddisfacente dall'associazione, che in merito all'"effetto espulsivo" delle attività di settore lamenta la mancata considerazione delle recenti decisioni del Consiglio di Stato a favore degli operatori. Palazzo Spada, ricorda l'associazione, «ha disposto una perizia, finalizzata ad accertare tale eventualità». As.tro puntualizza che l'assessore «nulla ci sta dicendo sulla ragione che lo ha spinto a non riferire al Consiglio Comunale l'esatto contenuto dell'ordinanza del Consiglio di Stato» riguardo il Comune di Modena, nella quale è spiegato che le ragioni di una sala giochi, la cui chiusura è stata sospesa, «sono idonee a fondare l’invocata tutela cautelare in quanto il provvedimento impugnato si traduce in un sostanziale effetto espulsivo dell’attività di gioco lecito dal territorio comunale».
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password