Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/08/2022 alle ore 15:34

Attualità e Politica

06/07/2022 | 17:05

Decreto Semplificazioni, Camera: emendamenti bipartisan per eliminare l'imposta sugli intrattenimenti

facebook twitter pinterest
Decreto Semplificazioni Camera emendamenti bipartisan imposta intrattenimenti

ROMA - «Dal 1° gennaio 2023 non è dovuta l'imposta sugli intrattenimenti»: è quanto prevede un emendamento al Decreto Semplificazioni, all'esame delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, depositato dal presidente della Commissione Finanze, Luigi Marattin (Italia Viva). Agli oneri derivanti dalla norma, «valutati in 6 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2023, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica».
Sono quattro, invece, gli emendamenti presentati dai deputati Nicola Grimaldi (M5S), Sestino Giacomoni (Forza Italia), Alberto Ribolla (Lega) e Massimo Ungaro (Italia Viva) che chiedono di eliminare nello specifico la tariffa dell'imposta degli intrattenimenti per biliardi, biliardini e flipper, a cui attualmente viene applicata un'aliquota dell'8%.
Mauro D'Attis (Forza Italia) chiede di escludere «gli apparecchi meccanici ed elettromeccanici attivabili con moneta, con gettone o con altri strumenti elettronici di pagamento e che non distribuiscono tagliandi dall’ambito di applicazione delle disposizioni» previste dalla legge di bilancio 2001 in materia di nulla osta. Nicola Carabetta (M5S) invece propone di aggiungere anche «gli apparecchi per giochi eSports» nell'elenco degli apparecchi senza vincita in denaro che non hanno bisogno della certificazione (che Adm è chiamata ad aggiornare entro il 15 novembre di ogni anno).

PROROGA SCOMMESSE - La deputata del Movimento 5 Stelle Vita Martinciglio chiede di prorogare le concessioni scommesse solo fino al 2023: il Decreto Pnrr recentemente approvato in via definitiva prevede la proroga onerosa delle concessioni al 30 giugno 2024, mentre Martinciglio propone di anticipare la scadenza al 30 giugno 2023.

PICCOLE IMPOSTE - Infine Alberto Gusmeroli (Lega) propone di abolire le piccole imposte, tra cui «l'imposta unica relativa ai concorsi pronostici Enalotto e Totocalcio».

MSC/Agipro

Foto credits: Quirinale.it

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password