Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/09/2022 alle ore 14:10

Attualità e Politica

04/02/2022 | 10:29

Decreto Sostegni, Senato: "perplessità" dei tecnici del Servizio Bilancio sull'aliquota al 9% per l'esonero dei contributi per le aziende che riducono o sospendono attività

facebook twitter pinterest
Decreto Sostegni Senato Servizio Bilancio

ROMA - I tecnici del Servizio Bilancio del Senato «esprimono perplessità in merito alla scelta di assumere l'aliquota media del 9% come quella applicabile alle aziende con più di 15 dipendenti» oggetto dell'esonero per i datori di lavoro, considerando che la legge prevede «anche altre 2 aliquote più elevate (12 e 15%), in caso di superamento delle 52 settimane» di cassa integrazione «in un quinquennio mobile, eventualità che - alla luce dei noti eventi pandemici - appare tutt'altro che da escludere».
È quanto si legge nel dossier che accompagna il provvedimento del nuovo Decreto Sostegni, all'esame della Commissione Bilancio, che prevede l'esonero dal pagamento della contribuzione addizionale per le aziende di alcuni di alcuni settori (tra cui sale giochi e bingo) che - da gennaio a marzo 2022 - sospendono o riducono l'attività lavorativa. Nella Relazione Tecnica del Governo - ricorda il Servizio Bilancio - l’aliquota media del contributo addizionale oggetto dell’esonero «è pari al 9% per le aziende rientranti nel campo di applicazione della CIGS, mentre è stato utilizzato il 4% per le aziende fino a 15 dipendenti».
MSC/Agipro 

Foto Credits Paul Hermans CC BY-SA 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password