Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/01/2022 alle ore 19:03

Attualità e Politica

13/01/2022 | 17:39

Giochi, Minenna (Dir. Gen. Adm): “Lockdown ha arricchito il gioco illegale, serve una regolazione moderna”

facebook twitter pinterest
Giochi Minenna (Dir. Gen. Adm): “Lockdown ha arricchito il gioco illegale serve una regolazione moderna”

ROMA - «Dobbiamo capire se intendiamo muoverci in direzione di una regolazione moderna o se vogliamo evitare di affrontare i problemi. In un’epoca di digitalizzazione, questo significa però spianare la strada alla criminalità organizzata che con il lockdown si è arricchita. Se non definiamo un recinto ben chiaro, sarà difficile riuscire a vigilare garantendo interventi efficaci». Lo ha detto il Direttore Generale dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli (Adm), Marcello Minenna, nel corso dell'evento "Il gioco buono. Il punto di vista degli enti locali", organizzato da Formiche.net.  

«L’attività di Copregi e Adm – ha proseguito - ha mostrato la gravità e l’impatto negativo che ha il gioco illegale: siamo intervenuti in oltre 100 città, chiuso 200 sale, elevato sanzioni per milioni di euro. Il gioco pubblico c’è, è regolato e dove ci sono delle irregolarità vengono elevate sanzioni, anche milionarie, che servono per riportare nelle giuste condotte l’operatività. Durante il lockdown e la pandemia, il gioco legale in parte si è trasferito sull’online e in parte in attività illecite. E queste, per definizione, si portano dietro criminalità organizzata e illeciti di varia natura. Nel gioco autorizzato, al contrario, grazie agli algoritmi vigilati è possibile imporre all’elettronica degli apparati delle regole codificate che definiscono il pay-out delle vincite, ad esempio. Nel gaming illegale questo non esiste», ha sottolineato Minenna. Infine una riflessione sull’approccio da adottare verso il mondo dei giochi: «Bisogna superare alcune questioni che rischiano solo di non consentire una regolazione moderna e adeguata. Le concessioni che scadono, le proroghe, l’interazione con i concessionari, l’obbligatorietà della tessera sanitaria; se si decide quale direzione intraprendere, l’Agenzia è all’avanguardia. Possiamo mettere in campo qualsiasi implementazione per poter avere un’interazione con il giocatore, nei limiti della privacy, verificando eventuali criticità. L’app Gioco Legale ha la finalità di consentire a chi ha già deciso di giocare di sapere se sta andando a effettuare la partita in un punto vendita legale. E’ una delle iniziative che abbiamo avviato, come i numerosi incontri aperti in cui discutere come riformare il settore», conclude.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password