Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/08/2022 alle ore 08:56

Attualità e Politica

14/07/2022 | 12:40

Giochi, Saracchi (Dir.Giochi Adm): “Contrasto a gioco illegale funziona, raccolta 2022 stimata a 150 miliardi”

facebook twitter pinterest
Giochi Saracchi (Dir.Giochi Adm): “Contrasto a gioco illegale funziona raccolta 2022 stimata a 150 miliardi”

ROMA - «Stiamo vedendo l’alba. Le stime con proiezioni con i dati di maggio ci portano a 150 miliardi di raccolta; vuol dire che il gioco ha sicuramente, grazie ai concessionari, avuto una ripresa. Il settore è aumentato soprattutto perché abbiamo fatto un grande azione di contrasto all’illegalità. L’approccio non deve essere separare gioco a distanza e gioco fisico» . Lo ha detto il Direttore Giochi dell'Agenzia Dogane e Monopoli, Stefano Saracchi, nel corso della presentazione del "Percorso di studio sul settore dei giochi in Italia" condotto dalla CGIA di Mestre in collaborazione con il Centro Studi As.tro presentato a Roma. «La normativa si distingue in leggi e regolamenti e sui secondi ADM tende a garantire, per le imprese, la certezza di quello che accadrà da qui ai prossimi anni perché i fondi internazionali che vogliono acquisire devono avere la certezza delle regole. In merito al gioco online,  abbiamo proposto di aumentare il numero di concessioni per aumentare la legalità e non il proibizionismo. Lo sforzo che dobbiamo fare è far smettere il gioco illegale, dando al cittadino di giocare con certezza in strutture legali; l’app di Adm, in questo senso, è un aiuto importante al contrasto», ha proseguito Saracchi. 

Sul tema della differenze sui regolamenti regionali, poi, Saracchi ha sottolineato come «le singole regioni hanno una podestà legislativa e ADM non può sostituirsi a loro. Possiamo, però, far comprendere gli effetti di queste decisioni; una norma che sembra tutelare l’aspetto sanitario potrebbe portare all'espulsione del gioco legale e quindi all’aumento dell’illegalità. All’Agenzia interessa dire la verità, ossia che la chiusura del gioco porta all’esplosione dell’illegalità». Infine una riflessione sul mondo dei giochi, pronto a rialzarsi dopo il periodo di chiusure forzate per il lockdown ormai alle spalle. «Il settore industriale del mondo del gioco è un’eccellenza, chiuso per quasi un anno ma è sopravvissuto riuscendo ad organizzarsi in modo ottimale e quindi solo per questo va apprezzato. Aver riaperto ha permesso di immaginare un futuro di fine della crisi: quest’anno registriamo un 25% in più rispetto al 2019, anno pre-pandemia», ha concluso.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password