Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/08/2022 alle ore 09:06

Attualità e Politica

14/07/2022 | 09:20

Giochi, la lettera del sottosegretario Freni (MEF) a Fedriga (Regioni): "La legge delega salvaguarderà le leggi regionali coerenti con i principi delle norme di attuazione"

facebook twitter pinterest
Giochi la lettera del sottosegretario Freni (MEF) a Fedriga (Regioni): La legge delega salvaguarderà le leggi regionali coerenti con i principi delle norme di attuazione

ROMA - «Per offrire al settore giochi una disciplina adeguata, credo sia necessario attendere l'attuazione dello schema di legge delega che prevede, tra i criteri direttivi, l'introduzione di norme tese a garantire l’applicazione di regole trasparenti e uniformi nell'intero territorio nazionale». È quanto si legge nella lettera inviata dal sottosegretario all'Economia con delega ai giochi, Federico Freni, al presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga.
La bozza della legge delega di riordino garantisce «forme vincolanti di partecipazione dei Comuni competenti per territorio al processo di autorizzazione e di pianificazione che tenga conto di parametri di distanza da luoghi sensibili validi per l'intero territorio nazionale, della dislocazione di sale da gioco e di punti vendita in cui si esercita come attività principale l'offerta di scommesse, nonché in materia di installazione degli apparecchi idonei per il gioco lecito, comunque con riserva allo Stato della definizione delle regole necessarie per esigenze di ordine e sicurezza pubblica, assicurando la salvaguardia delle discipline regolatorie nel frattempo emanate a livello locale che risultino coerenti con i principi delle norme di attuazione sopra enunciati», ha spiegato Freni.
«In sede di attuazione» dello schema di legge delega sui giochi «sarà garantito il principio di leale collaborazione tra Stato ed enti locali, prevedendo che - ferme le rispettive attribuzioni in materia legislativa e regolamentare - gli enti territoriali operino in materia di giochi pubblici in base al principio di leale collaborazione, anche mediante intese ed accordi, anche in sede dell'organo istituzionale di confronto per eccellenza quale la Conferenza unificata», ha concluso.

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password