Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/10/2022 alle ore 17:19

Attualità e Politica

05/07/2022 | 18:35

Osservatorio sul gioco Swg-Igt, l'identikit del giocatore consapevole: partecipa per divertirsi e sogna un futuro stabile per la famiglia

facebook twitter pinterest
Osservatorio sul gioco Swg Igt l'identikit del giocatore consapevole: partecipa per divertirsi e sogna un futuro stabile per la famiglia

ROMA - Chi partecipa a giochi con vincita in denaro «mette in primo piano la volontà di divertirsi»: è il ritratto del giocatore che emerge dallo studio condotto dall'Osservatorio sul gioco realizzato da SWG, in collaborazione con IGT e presentato oggi a Roma. La percentuale più ampia del campione, il 19%, è rappresentata dai giocatori che spendono meno di 20 euro al mese tra lotterie, scommesse e giochi con vincita in denaro: sono più presenti al nord ovest (42%), sono in maggioranza donne (42%) e sono estremamente prudenti (45%). Subito dopo, col 14,3% ci sono i giocatori che spendono più di 20 euro al mese, con maggiore incidenza degli uomini (18%) tra i 35-44 anni (19%) e del sud (18%).
«Se una componente rilevante del gioco è quella di inseguire un desiderio, appare particolarmente importante comprendere quali siano questi desideri e come il sogno di una vincita impatti sulle diverse tipologie di giocatore»: i dati raccolti evidenziano che, in cima alla lista dei desideri degli italiani ci sono «la casa, la possibilità di dare ai figli buone opportunità e il desiderio di viaggiare».
«Sono soprattutto i giocatori più forti a differenziarsi dal resto del campione, per una maggiore diffusione della percezione di poter raggiungere i propri desideri attraverso il proprio lavoro, segno di una loro maggiore indipendenza economica e di una maggiore propensione alla spesa» che nasce «da una maggiore disponibilità economica di base»: questo dato «evidenzia come una ampia quota di giocatori si approcci ai giochi con vincita in denaro spinta dalla sensazione di divertimento che generano», si legge nel report.
Un altro aspetto importante per comprendere la logica dei giocatori è l’analisi della loro relazione con il rischio: la ricerca conferma che «la prudenza è sempre stata un tratto caratterizzante degli italiani, le vicende dell’ultimo triennio sembrano avere spinto con ancora maggiore forza questo aspetto». Tra chi spende fino a un massimo di 40 euro mensili, «la maggioranza esprime un atteggiamento controllato e sereno: sono giocatori consapevoli, scelgono tra un numero limitato di giochi, la regola è il divertimento».
MSC/Agipro

Osservatorio sul gioco Swg-Igt, il punto di vista degli amministratori locali: il 60% degli intervistati "boccia" un divieto assoluto

Osservatorio sul gioco Swg-Igt: italiani preoccupati per la dipendenza, ma sul tema c'è troppa incertezza. Per il 31% l'illegalità è presente come in passato

Giochi, Saracchi (Dir. Giochi Adm): "Settore tra le eccellenze italiane nel mondo, servono regole in grado di garantire il suo sviluppo sostenibile"

Giochi, Giorgetti (Igt): “La tutela del giocatore è interesse di tutti, nostro compito è aiutare le istituzioni”

Giochi, Fiorini (Lega): "Riordino necessario per dare stabilità e tutelare i posti di lavoro"

Giochi, De Bertoldi (Fratelli d'Italia): “Il riordino non avverrà in questa legislatura, lotta alla ludopatia e legalità siano pilastri della riforma”

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password