Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/02/2024 alle ore 19:00

Attualità e Politica

18/01/2024 | 10:08

Pdl Berruto, Abodi (min. Sport) respinge tutti gli emendamenti: “Governo già intervenuto con riordino dei giochi online”

facebook twitter pinterest
Pdl Berruto Abodi Sport respinge emendamenti Governo intervenuto riordino giochi online

ROMA – Il Ministro dello Sport Andrea Abodi ha espresso parere contrario su tutti gli emendamenti (successivamente respinti dopo votazione) presentati alla proposta di legge, di iniziativa di Mauro Berruto (PD), in merito all’incremento dell’aliquota dell’imposta unica per finanziare la promozione dell’attività sportiva. Nel suo intervento nella seduta di ieri presso la Commissione Cultura alla Camera, Abodi ha spiegato che tale bocciatura deriva dal fatto che la proposta di legge in esame rappresenta “un intervento asistematico rispetto alla recente approvazione”, da parte del Consiglio dei ministri, dello schema di decreto legislativo per il riordino del settore dei giochi, a partire da quello online. Inoltre, in merito agli emendamenti presentati è stata segnalata anche la “sussistenza di profili di incompatibilità con la finanza pubblica”.

Nei giorni scorsi, attorno alla proposta di legge aveva preso vita un’accesa polemica, con Berruto che, nel corso delle settimane, aveva più volte invitato Abodi ad intervenire in commissione per dare il proprio parere sul testo. Tra i due esiste una chiara divergenza di vedute: il ministro, infatti, ha dichiarato che i proventi del fondo creato con la tassazione degli extraprofitti delle società di scommesse legate al calcio andrebbero concessi alle squadre di Serie A, mentre la proposta in esame, appunto, intende destinare le risorse ad altre iniziative, sempre di carattere sportivo.

Nel concludere il proprio intervento, Abodi ha sottolineato che “le importanti priorità contenute nella proposta di legge in esame rappresentano altrettanti punti del programma del Governo”, ma “la proposta di legge in esame non rappresenta in questa fase lo strumento più appropriato, sebbene gli obiettivi contenuti restino intatti”.

AB/Agipro

Foto: Fabrizio Colaizzi, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password