Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/02/2024 alle ore 21:08

Attualità e Politica

03/10/2023 | 11:55

Rapporto Luiss-Ipsos: percezione diversa tra giocatori ed esercenti sulle azioni di contrasto al gioco illegale

facebook twitter pinterest
Rapporto Luiss Ipsos percezione diversa tra giocatori ed esercenti sulle azioni di contrasto al gioco illegale

ROMA – La percentuale “degli esercenti che ritiene che il gioco illegale sia molto o abbastanza diffuso in Italia è di circa il 60 per cento, oltre 20 punti percentuali in meno della percezione per la media della popolazione”. Lo afferma il secondo Rapporto di ricerca sul settore del gioco in Italia, nato dalla collaborazione tra Luiss Business School e Ipsos, presentato oggi in Senato. Non terminano qui le differenze nella percezione del settore dell'illegalità tra giocatori ed esercenti. Questi ultimi, infatti, ritengono che le azioni di contrasto all'illegalità dovrebbero “avvenire soprattutto da parte delle istituzioni pubbliche nazionali e locali”, mentre per i giocatori “la richiesta è complessivamente di minori interventi”. Inoltre, l'indagine mostra che “i titolari degli esercizi più piccoli si attribuiscono un ruolo più rilevante nel garantire la regolarità del settore. Al contempo, gli esercenti più grandi e specializzati sono maggiormente disposti a farsi ulteriore carico di una parte delle azioni necessarie per contenerne l’impatto. Tutti gli operatori sono concordi sulla rilevanza di interventi pubblici, in particolare a livello centrale”. Quanto alla gestione dei giocatori problematici, gli esercenti “contano prevalentemente sul materiale informativo e, in misura inferiore e soltanto per gli esercizi più grandi e specializzati, su specifici corsi di formazione. Soltanto per i gestori delle sale scommesse è rilevante l’uso di strumenti per interrompere il gioco”.

GM/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password