Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2021 alle ore 21:05

Attualità e Politica

26/07/2021 | 13:40

Rapporto di attività 2020, Figc: "Lotta al match fixing, prosegue la formazione per l'integrità degli eventi calcistici"

facebook twitter pinterest
Rapporto attività 2020 Figc match fixing

ROMA - Nel 2020, la Figc «ha proseguito nel suo impegno per la tutela dell’integrità delle competizioni» e, «insieme con SportRadar, ha continuato l’attività di organizzazione di incontri finalizzati alla sensibilizzazione sui temi dell’integrità nel calcio e della lotta alla corruzione e manipolazione delle partite. Tanto nei mesi del lockdown, quanto alla ripresa delle attività, l’attenzione sui temi dell’integrità è rimasta alta e prioritaria nelle agende federali». Lo sottolinea la Figc nel Rapporto di Attività 2020 pubblicato oggi. 
«Oltre a spiegare le dinamiche di approccio dei manipolatori, è stato fornito un quadro dei casi più recenti che a livello internazionale hanno portato a squalifiche e sanzioni per società e tesserati. Infine, è stata richiamata l’attenzione sulla conoscenza delle regole sportive e statali che, specie nel nostro Paese, regolano in maniera puntuale e stringente il tema delle scommesse e del contrasto alla corruzione». Inoltre, «sono già previsti per il prossimo periodo ulteriori incontri che saranno rivolti a tutte le Nazionali maschili e femminili e ad altri soggetti che operano nel mondo del calcio (dirigenti, allenatori, ispettori)». 
Insieme con le sessioni di formazione, «l’attività ha previsto la reportistica periodica in materia di Integrity da Sportradar, volta principalmente a favorire lo studio del fenomeno e alla valutazione di eventuali strategie interne. Il periodo di interesse analizzato dai Report è stato compreso in 2 intervalli di tempo: agosto 2019/febbraio 2020 e settembre/dicembre 2020 (“periodo Lockdown”). Tra i contenuti si segnalano: analisi del betting a livello nazionale e internazionale; volume del gioco e valore del sistema calcistico italiano; legislazione e giurisprudenza; casi registrati in Europa e nel mondo. La reportistica viene incrociata con le informazioni di Adm per le eventuali segnalazioni agli organi competenti (in particolare la Uiss) in caso di flussi o informazioni anomale».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password