Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/02/2023 alle ore 09:08

Attualità e Politica

24/01/2023 | 10:40

Riordino giochi, Mirabelli (PD): "Servono regole trasparenti e uniformi a livello nazionale"

facebook twitter pinterest
Riordino giochi Mirabelli PD

ROMA - Un "riordino della disciplina dei giochi pubblici" che raccolga "in un unico provvedimento" le "disposizioni sui singoli giochi" e "un riordino del prelievo fiscale sui medesimi". È quanto prevede la proposta di legge del senatore Franco Mirabelli (PD) sulle "Disposizioni in materia di riordino dei giochi", depositata in Aula al Senato, che ha come obiettivo garantire "l’applicazione di regole trasparenti ed uniformi sull’intero territorio nazionale in materia di titoli abilitativi all’esercizio dell’offerta di gioco, di autorizzazioni e di controlli, con adeguate forme di partecipazione degli enti locali al procedimento di autorizzazione e pianificazione della dislocazione territoriale di sale da gioco e di punti vendita in cui si esercita come attività principale l’offerta di scommesse su eventi sportivi e non sportivi, nonché in materia di installazione degli apparecchi idonei per il gioco lecito". 

La proposta di Mirabelli, che ne aveva presentata una sullo stesso tema nella scorsa legislatura, è "frutto delle proposte avanzate in sede di Conferenza unificata" e volte "a tutelare i minori dalla pubblicità dei giochi; a recuperare i fenomeni di ludopatia e a contrastare il gioco patologico; a vietare la pubblicità nelle trasmissioni radiofoniche e televisive e, in particolare, in occasione della trasmissione di eventi sportivi in diretta; a diminuire progressivamente la domanda e l’offerta dei giochi; a normare in modo stringente le regole di esercizio dell’attività di offerta di giochi e di comportamento nei punti di gioco, in particolare introducendo l’obbligo di identificazione del giocatore al fine di
evitare l’ingresso nei punti di gioco dei minori; a potenziare gli strumenti di contrasto all’illegalità e alla tracciabilità dei capitali; a definire le fonti di regolazione dei diversi aspetti legati all’imposizione e ad armonizzare aggi e compensi spettanti ai concessionari; a riordinare la disciplina dei controlli e
dell’accertamento dei tributi gravanti sui giochi, nonché il sistema sanzionatorio". 
MSC/Agipro

Foto Credits Paul Hermans CC BY-SA 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password