Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/01/2022 alle ore 19:02

Attualità e Politica

11/01/2022 | 10:37

Scommesse illegali, blitz dei carabinieri di Salerno: 33 arresti per riciclaggio in tutta Italia, sequestrati 11 siti web e 3 milioni di euro

facebook twitter pinterest
Scommesse illegali carabinieri Salerno riciclaggio

ROMA - Sono 33 le persone arrestate nell’ambito dell’operazione condotta dai carabinieri del comando provinciale di Salerno, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia, che ha coinvolto le province di Salerno, Ascoli Piceno, Agrigento, Avellino, Brindisi, Caserta, Catanzaro, Latina, Lecce, L’Aquila, Messina, Napoli, Potenza, Ravenna, Roma, Varese e anche diversi stati esteri, in particolare Panama, Romania e Malta.
Le accuse, a vario titolo, sono di associazione per delinquere di tipo mafioso nell’ambito di giochi e scommesse illegali, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, reimpiego di denaro provento di delitto in attività economiche, auto-riciclaggio con l’aggravante di agevolare il clan dei Casalesi e ad altre mafie.

Sequestrati 11 siti internet e due società con sede legale a Mercato San Severino più 3 milioni di euro nei confronti di un imprenditore e di altre persone che sono state ritenute prestanome. L'uomo, che nell’ordinanza cautelare viene ritenuto capo e promotore del sodalizio criminale, è accusato di aver costituito una vera e propria holding dedita al gioco online illegale sul territorio nazionale ed estero, avvalendosi anche dei legami con i vertici dei Casalesi. 

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i giocatori utilizzavano siti internet prevalentemente con domini .com ed .eu, tutti senza l'autorizzazione dei Monopoli di Stato italiani, posizionati presso diversi server materialmente ubicati in paradisi fiscali, tra i quali Panama e l’Isola di Curacao. Gli introiti stimati sono stati quantificati, nell’arco temporale di circa due anni, in oltre 5 miliardi di euro: se i giochi fossero stati svolti in forma lecita, le entrate per l’erario sarebbero state di circa 500 milioni.

RED/Agipro

Foto Credits Ministero Difesa CC BY-NC 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password