Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2024 alle ore 21:13

Estero

04/09/2023 | 18:30

Giochi, Finlandia: Veikkaus chiude il primo semestre 2023 con 519 milioni di entrate e sostiene la revoca del monopolio

facebook twitter pinterest
Giochi Finlandia Veikkaus chiude il primo semestre 2023 con 519 milioni di entrate e sostiene la revoca del monopolio

ROMA – Veikkaus, monopolio finlandese, ha espresso nuovamente il proprio supporto all’introduzione di un modello a licenze per la gestione del settore giochi e scommesse in Finlandia. Secondo l’azienda, questo metodo sarebbe il migliore per evitare che i giocatori scelgano operatori illegali e si orientano, invece, verso quelli con regolare licenza. Tuttavia, l’amministratore delegato di Veikkaus, Olli Sarekoski, ha dichiarato che saranno pronti ad adattarsi a qualunque strategia verrà scelta per il futuro. Secondo quanto riportato da iGamingBusiness, nel primo semestre del 2023 Veikkaus ha registrato 519,3 milioni di euro di entrate: +1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Fennica, il sistema business to business di Veikkaus, ha registrato 300mila euro di attivo da gennaio a giugno attraverso il proprio supporto a lotterie e operatori in Europa. Il settore dei casinò online ha registrato una crescita del 9,4%, attestandosi a 93,2 milioni di euro grazie all’introduzione di nuovi giochi. Parallelamente alla crescita dei ricavi, sono cresciute anche le spese rispetto allo scorso anno: le tasse per le lotterie sono aumentate del 48,1% arrivando a 25,9 milioni di euro da 17,5; il resto delle voci di spesa, tra cui le spese di sviluppo, è aumentato fino a 60,5 milioni di euro. Considerando le spese e i costi in crescita, il profitto operativo è stato di 310,2 milioni di euro: -6,2% rispetto ai 330,8 milioni dello scorso anno. Trattandosi di un monopolio statale, Veikkaus non ha dovuto pagare tasse sul profitto e, anzi, ha ricevuto ulteriori 1,7 milioni di investimenti. Il governo finlandese ha intenzione di interrompere il monopolio di Stato nel 2026, approvando un piano di licenze per le compagnie private e dividendo l’azienda attuale in una serie di operatori minori.

GF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password