Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/05/2020 alle ore 19:03

Estero

21/05/2020 | 12:10

UK: tasse su terminali di gioco, il fisco dovrà rimborsare gli operatori

facebook twitter google pinterest
Giochi UK tasse terminali gioco operatori

ROMA - L'Her Majesty's Revenue and Customs (HMRC), il dipartimento governativo britannico che si occupa della riscossione delle imposte, ha annunciato che non si appellerà alla sentenza del tribunale dello scorso mese, secondo cui l'IVA sui terminali di gioco non è stata correttamente applicata prima del 2013, aprendo a rimborsi di oltre un miliardo di sterline per gli operatori. 
I fatti risalgono al dicembre 2005, quando è entrata in vigore la legge che prevedeva l'IVA per i terminali di scommesse a quota fissa (le cosiddette FOBT), escludendo le macchine installate nei casinò. Betfred e Rank Group hanno fatto causa: il primo operatore ha contestato che l'IVA era stata erroneamente applicata alle entrate tra il 2005 e il 2013; per Rank Group, invece, la tassazione riguardava le entrate tra il 2002 e il 2005. Le istanze degli operatori sono state accolte dalla Tribunal Tax Chamber (FTT), secondo cui l'applicazione dell'IVA ha violato il principio di neutralità fiscale. Ad aprile, infine, anche l'Upper Tribunal si è pronunciato a favore di Betfred e Rank. I due operatori riceveranno in totale oltre un miliardo di sterline più interessi. Anche il consiglio di amministrazione di William Hill «ha preso in considerazione una serie di scenari che suggeriscono un potenziale recupero netto di liquidità tra 125 milioni e 150 milioni di sterline».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password