Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2022 alle ore 08:45

Estero

21/07/2022 | 15:45

Giochi, Uk: il Commissario per l'Infanzia chiede un'azione decisa del Governo sulle "loot box"

facebook twitter pinterest
Giochi Uk Commissario infanzia loot box

ROMA - Il Commissario per l'infanzia del Regno Unito, Rachel deSouza, si è schierata contro le "loot box", le casse premio virtuali presenti all'interno dei videogame che offrono - tramite microtransazioni - la possibilità di acquistare bonus e contenuti speciali per il gioco, ritenendole "inappropriate" e chiedendo che siano incluse nella definizione di gioco nel Gambling Act.
La sua dichiarazione arriva un giorno dopo che il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport (DCMS) ha annunciato che non avrebbe intrapreso azioni legislative sulle "loot box". Per DeSouza il nuovo Gambling Act dovrebbe essere ampliato per sottoporle a una regolamentazione: «l'attuale definizione legale di gioco d'azzardo, ai sensi del Gambling Act 2005, non include le "loot box", poiché il premio non può essere convertito in denaro reale. La clausola sei del Gambling Act dovrebbe essere ampliata» e il governo deve intraprendere «un'azione decisa», per non lasciare la responsabilità ai genitori o all'industria. «Il Commissario per l'infanzia ritiene che il governo dovrebbe agire con fermezza per impedire ai minori di 18 anni di acquistare le "loot box". Fare affidamento sull'azione volontaria dell'industria e sul controllo parentale lascerà molti minori esposti ai rischi del gioco».

MSC/Agipro

Foto Credits Stefano Brivio (buggolo) CC BY 2.0 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password