Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/11/2021 alle ore 18:35

Estero

02/11/2021 | 16:25

Lotta al match-fixing, Sportradar riceve l'accreditamento dell'Ibia per la raccolta dati

facebook twitter pinterest
Lotta match fixing Sportradar Ibia raccolta dati

ROMA - Sportradar ha ricevuto il Data Standards Kitemark dall'International Betting Integrity Association (IBIA), un accreditamento del settore relativo alla qualità della raccolta dei dati nelle scommesse sportive. L'azienda ha ricevuto il premio dopo un audit dell'eCommerce and Online Gaming Regulation and Assurance (eCOGRA), un'organizzazione specializzata nel test, enll'ispezione e nellacertificazione di software e sistemi di gioco online. I nuovi standard dell'Ibia, con l'obiettivo di garantire elevati livelli di accuratezza e trasparenza, coprono tre aree principali: controllo e formazione del personale, processi di raccolta dei dati e integrità e rendicontazione dei dati. Secondo gli standard, tutta la raccolta dei dati deve essere effettuata da persone di età pari o superiore a 18 anni, le cui identità sono state verificate, che hanno superato ulteriori controlli di background e che hanno seguito una formazione dal vivo che include il riconoscimento e la segnalazione di problemi di integrità. Inoltre, un fornitore di dati deve chiarire la fonte, l'accuratezza e l'affidabilità dei dati, precisando il metodo in cui sono stati raccolti, ad esempio se sono stati raccolti di persona o tramite una trasmissione televisiva.

«In Sportradar, ci impegniamo a fornire i prodotti di dati più affidabili e della massima qualità ai nostri clienti e partner. Investiamo molto nei nostri sistemi e processi di controllo della qualità, implementando le misure di sicurezza più rigorose del settore per garantire che i prodotti presentati al mercato a valle siano affidabili. Ricevere l'accreditamento dall'Ibia per il suo Data Standards Kitemark conferma ulteriormente la rigorosa dedizione di Sportradar alla qualità, all'integrità e alla trasparenza dei dati», ha detto Anja Martin, responsabile della regolamentazione e della conformità di Sportradar.
«L'Ibia ha sviluppato gli Standard e il Kitemark per garantire che la raccolta e la catena di fornitura dei dati sportivi raggiungano i massimi livelli di trasparenza e accuratezza. Aziende come Sportradar che superano l'audit hanno dimostrato solide procedure interne per la raccolta dei dati degli eventi sportivi per le scommesse. La raccolta accurata dei dati rassicura sia gli appassionati di sport che gli scommettitori che gli eventi che guardano sono equi, onesti e eseguiti ai più alti livelli competitivi», ha aggiunto il Ceo di Ibia, Khalid Ali.
MSC/Agipro

Foto Credits MaxPixel Creative Commons Zero - CC0.

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password